Il posto più sexy dove acquistare Eve

10150762_648498625263013_7582601612408343052_nEve si può acquistare in vari modi: su Amazon in versione eBook, su youcanprint in versione cartacea o presso tutti gli store online.

Esiste però un modo più sexy. Prendere la “Triumplina” e fermarsi al Bar Estrelas. L’amica Elaine sarà lieta di consegnarvi la vostra copia con tanto di bacio sulla guancia.

| Leave a comment

Sei buone abitudini per gli artisti

Originally posted on Plutonia Experiment:

buone abitudini

Dicono che gli artisti, così come gli “artigiani dell’arte” (definizione che trovo più appropriata per quel che riguarda la mia scrittura), sono egoisti solitari, snob e egocentrici.
In molti casi è vero. Si tratta pur sempre, piaccia o meno, di persone con una certa dose di esibizionismo nell’animo. Viceversa, perché dovrebbero condividere i loro racconti, le loro canzoni, le loro foto (etc) con un pubblico fatto al 99% di sconosciuti?
Certo, c’è quella faccenda dei soldi, ma ne abbiamo già parlato :)
Comunque, tornando in topic, l’unico guru che io riconosco come tale, Seth Godin, la pensa diversamente. Secondo lui l’artista più sereno e di successo è quello che segue sei semplici regolette, alcune delle quali decisamente altruiste.
Volete sapere quali sono?

View original 184 more words

| Leave a comment

Un dilettante di nome King

Originally posted on Plutonia Experiment:

Stephen King 2015

Stephen King: l’autore – non solo di genere – più citato e osannato dai lettori di mezzo mondo.
Fra qualche anno, ne sono certo, lo troveremo nominato tra i grandi scrittori classici, quelli che si studiano nei programmi della scuola dell’obbligo, proprio come succede ora coi big di un paio di secoli fa.
King è però anche lo scrittore più nominato anche da chi legge poco. Conosco dozzine di sedicenti appassionati di horror che dicono di aver letto King, non avendo praticamente mai provato altro. Passatemi il paragone, ma è un po’ come dire che mi piacciono i dolci, avendo mangiato unicamente le caramelle gommose della Haribo.
Anyway, sto facendo una digressione da quanto volevo dire oggi.
Ossia che, se King fosse un esordiente dei tempi moderni, verrebbe probabilmente stroncato dai tanti blogger saccenti e monomaniacali che infestano il Web.
Sapete, tutti quelli che si riempiono la bocca di grammar…

View original 699 more words

| Leave a comment

Rispondi, rispondi maledetto.

Rispondi, rispondi maledetto.

Lana aveva riagganciato senza darsi un momento di esitazione. Lui le telefonava tutte le sere, si vedevano tre volte alla settimana e facevano l’amore il Sabato pomeriggio. C’erano anche quelle serate con tanta sangria che sembravano infinite, ma non si riusciva mai a concludere. Decisamente l’alcool era il peggior nemico del suo amante.

Adesso se lo immaginava oltre il filo grigio, dentro la presa con le informazioni che viaggiavano alla velocità della luce. Oltre lo spazio di pochi chilometri se lo immaginava davanti alla stessa cornetta del telefono. Forse si stringeva le dite fino a farsi diventare le nocche bianche, forse guardava la bottiglia e cercava un bicchiere.

Però non rispondeva.

Lana aveva riagganciato dopo l’ultima lite. Si era presentato all’appuntamento con la giacca nera e i jeans. Camicia bianca che a lei piaceva tanto. Erano andati a cena in quel ristorante fuori da occhi indiscreti, fuori da tutti quelli che potevano riconoscere la loro storia. Eppure tutti sapevano. Sapevano di quella ragazza di Minas Gerais e di quel biondino dallo sguardo storto. Perchè guardasse sempre oltre le spalle nessuno l’aveva mai saputo. Timidezza o arroganza?

Rispondi.

Lana aveva ricomposto il numero dopo pochi secondi. Non era colpa del biondino se aveva un carattere fiacco, sono cose che succedono. Una donna forte e un uomo debole. Una storia che può durare, eppure stava finendo. Lo squillo era libero e lui non rispondeva.

Maledetto.

Lana attese qualche minuto con lo sguardo nel vuoto e poi si abbandonò sul divano. La sua pelle era troppo nera, troppo scura per mostrarla ai parenti di quel ragazzo. Tutto era così complicato quando si usciva dal letto. Avrebbe potuto resistere all’infinito se solo quei miseri minuti di amore fossero stati all’altezza.

Entrò nella galleria delle fotografie e mise in primo piano quel biondino. Cancellò la fotografia e si addormentò.

| Leave a comment

Dieci leggende false che circolano sul mondo della grande editoria

Originally posted on vibrisse, bollettino:

Coccodrillo newyorchese, fotografato nel suo ambiente naturale Coccodrillo newyorchese, fotografato nel suo ambiente naturale

View original 952 more words

| Leave a comment

I miei libri

| Leave a comment

Scritture aliene 5

Grazie all’instancabile entusiasmo di Vito Introna esce il quinto albo di Scritture Aliene. Come da tradizione sono presente sui numeri dispari, non l’ho scelto io, ma è quello che accade. Il mio racconto è “sottosuolo”.


Gli ultimi uomini vivranno nel sottosuolo?
L’amore può sconvolgere il continuum?
Droghe e perversioni accomuneranno i nuovi padroni del mondo?
I viandanti delle galassie avranno cura della nostra Terra?
I più remoti quadranti cosmici ospitano qualche forma di vita?
Un giovane scapestrato trova i resti di un vecchio robot. Riuscirà a rimetterlo in piedi?
Cosa ne sarà dei cani rapiti dagli UFO?

| Leave a comment