Amazon batte Kobo: 3 – 0

flaviofirmo:

Interessante articolo per chi si pone domande sul miglior lettore di ebook

Originally posted on Make your e-book… fatti l'e-book!:

Da un po’ di tempo (più di tre mesi fa) ho segnalato un bug serio per il lettore Kobo Touch. Ho scomodato il responsabile del customer care di Kobo ed è intervenuto anche un responsabile Mondadori, infatti Mondadori mi ha indicato via twitter l’email da usare per illustrare il problema. Il problema è stato riconosciuto e per i lettori Kobo Glo e Kobo Aura HD è stato rilasciato un firmware che corregge il problema: ora si torna a poter leggere la miniSD all’avvio dell’ereader, ma solo per quei modelli, per il Kobo Touch dopo più di tre mesi c’è il silenzio più assoluto, cioè non tanto il silenzio, ma non ci sono novità, non c’è una data di rilascio di detto firmware per il Kobo Touch.

Sarà che il Kobo Touch forse viene mandato in pensione.

Com’è stato gestito il problema? A mio avviso, dopo 3 mesi e…

View original 652 more words

| Leave a comment

Abituarsi all’eBook. La saga come una serie di telefilm

Finding the kingMolti amici, dopo l’uscita di “Cercando il Re del Subbuteo“, mi hanno chiesto di uscire con la versione cartacea. Sono lusingato, anche io amo molto il libro di carta, ma per ragioni di praticità devo insistere sull’eBook.

Uscirà un nuovo romanzo della saga “Il Campione di Subbuteo” e sarà un bel malloppo di 300 pagine di pura carta. Per ora dovete vedere l’uscita di “Cercando il Re del Subbuteo” come l’episodio di un telefilm. Per quanto possibile farò uscire le puntate dei nostri eroi come dei romanzi brevi (80-100 pagine) scaricabili da Amazon. Vi invito a seguire la saga da eBook.

Stampare su cartaceo un romanzo breve di 100 pagine non sarebbe interessante, dovrebbe costare sui 10 Euro e mi sembra un prezzo troppo altro. Probabilmente raccoglierò 5-6 puntate e ne farò una collezione su carta, ma potrebbero passare anni.

Abituatevi all’eBook, risparmiate e godete.

| Leave a comment

Cercando il Re del Subbuteo

Finding the kingPoche storie. Adriano è scomparso dopo la finale del torneo di Milano. Davide ritrova Paul, il suo vecchio mentore, e partono alla ricerca dell’amico scomparso.

Dovranno affrontare il passato buio di Adriano e scopriranno se la leggenda è vera.

Un nuovo capitolo della saga “il Campione di Subbuteo”.

Disponibile solo in eBook

| Leave a comment

Amici del Subbuteo, il momento è giunto

Finding the kingLunedì esce un nuovo capitolo della saga “il Campione di Subbuteo”. Pochi fronzoli e giri di parole. Il mio libro più venduto è “il Campione di Subbuteo” e in molti mi chiedevano un seguito. Sto raccogliento molte informazioni riguardo l’attività agonistica dal ’60 al ’70, dove si svolgerà il prossimo vero episodio. Per ora ho pubblicato su Amazon un romanzo breve (90 pagine) dal titolo “Cercando il Re del Subbuteo”. Lunedì sarà online e scaricabile. Questo romanzo sarà disponibile soltanto in eBook e non verrà fatta l’edizione cartacea (a meno di una grande richiesta del pubblico).

| Leave a comment

Le presentazioni hanno rotto…

Siamo sinceri. Quanti di voi si sono realmente divertiti a una presentazione. Intendo la classica presentazione di libri dove l’autore viene intervistato dal giornalista e risponde a domande che non interessano a nessuno.

Ultimamente ho assistito al famigerato “incontro con l’autore” di un big della letteratura italiana, uno che per via di numeri è forse nella Top 10 italiana. Poi sono andato alla presentazione del libro di un caro amico che ha pubblicato con una “quasi big”, non è Mondadori o Feltrinelli, ma appena dopo.

Quello che unisce i due eventi è la classica figura del giornalista, amico dell’autore di solito. “Cosa ti ha spinto a scrivere il libro”, “quanto c’è di te nella storia”, ecc, Anche io ho avuto una breve esperienza come “presentatore” e devo ammettere che non è per niente facile.

L’ingrediente che non manca mai è il buffet. Sono stato in una libreria per organizzare la presentazione di un mio libro e il libraio non mi ha neppure chiesto il genere, ma ha esordito “possiamo fare un bel buffet”.

Capisco che si viene a questi eventi anche e soprattutto per sbafare e una presentazione a fauci secche verrà boicottata da tutti. Mi sono fatto tutte queste pxxppe mentali perchè devo organizzare la presentazione del mio libro e allora sono giunto alla conclusione che:

  1. Io e il giornalista parleremo dei fatti nostri senza parlare del libro
  2. La birra verrà offerta a chi acquista il libro (così tengo alla larga gli scrocconi)
  3. Dopo la presentazione ceneremo tutti insieme
| Leave a comment

Del perché chiudere un blog che funziona

flaviofirmo:

due tizi che stimo

Originally posted on Plutonia Experiment:

Sorry closedE così Strategie Evolutive chiude.
Qualcuno se ne sarà accorto, in tutti questi anni: Plutonia Experiment ha tanti amici, ma ha soprattutto un paio di fratelli di blogosfera. Book and Negative e – appunto – Strategie Evolutive.
Che ha chiuso, giusto per ribadire.
Parlo di “fratellanza” per la gioia dei complottisti, di chi dice che noi altri siamo amyketty, abbiamo i “circoli” e le cricche. Loro si divertono così, lasciamoli fare. Anche perché, a esser sinceri, non mi interessa nulla di ciò che certa gente può pensare.
In realtà la fratellanza la cito per una serie di medesime passioni, ma anche per modi abbastanza simili di affrontare questioni quali la scrittura, il blogging e l’amicizia. Forse quest’ultima prima di tutto il resto.
Quindi la fine delle attività di SE è per me una brutta notizia. So che leggerò Davide in mille altre maniere, quindi non sto qui a fare…

View original 572 more words

| Leave a comment

Perché sempre Stephen King?

Originally posted on Plutonia Experiment:

Stephen King Pennywise

Questo articolo non gioverà alla mia popolarità. Non che della cosa mi importi granché.
Navigando su diversi gruppi Facebook dedicati all’horror (film, libri e fumetti), c’è un fenomeno che è impossibile non notare. L’80% abbondante degli iscritti cita sempre e solo Stephen King.
Qual è il tuo scrittore horror preferito?
King.
Qual è il tuo film horror preferito?
Sai… quello là… tratto da un film di King.
E il tuo fumetto horror preferito?
Ah, quello tratto da L’Ombra dello Scorpione!
No, davvero. Spesso funziona così.
Ora, nessuno vuole mettere in dubbio la bravura di zio Stephen. Diavolo, io lo leggo da anni, e ritengo la sua produzione attuale migliore di quella “storica”! L’unica cosa che mi perplime – mi perplime tanto – è l’assoluta mancanza di altri autori in questi omaggi su Facebook.

View original 322 more words

| Leave a comment