Cosa abbiamo in lettura?


Questo nuovo anno mi porta a riflettere su quali siano veramente le mie passioni.

La scrittura, al primo punto, perchè è quello che mi piace fare. Mi sento come quei musicisti un po’ sfatti che suonano nei locali per pochi euro (spesso per un paio di birre). Non suonano per diventare ricchi, ma perchè si divertono e pensano che a diventare ricchi c’è sempre tempo.

Al secondo posto c’è la lettura, anche se andrebbe vista come diretta madre del primo punto. si diventa scrittori solo perchè si ama leggere e ci si vuole misurare. Quindi è proprio alla lettura che voglio dedicare questo post.

Sto leggendo contemporaneamente due romanzi. Lo faccio spesso perchè mi piace e non devo rendere conto a nessuno.

 

Il primo è “L’Idiota” di Dostoevskij. Non c’è bisogno di presentazioni, il maestro russo è uno degli autori più divertenti tra i classici. A discapito viene considerato noioso, ma solo perchè molti non l’hanno mai letto e parlano per darsi un tono. Per essere sinceri tutti i russi hanno una vena ironica o, forse, è la vita che raccontano a essere ironica.

 

 

 

Il secondo è “Breaking news” di Schatzing. un bel romanzo che racconta per bene il ruolo e la storia degli ebrei dal dopoguerra fino ai giorni nostri. Ho letto altri libri di questo autore e, a parte “il diavolo nella cattedrale”, sono tutti di ottimo livello. Hanno tutti in comune una caratteristica: erudiscono su un argomento e ti fanno divertire con un’avventura.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s