Angelo custode


Gli archetipi non sono schemi fissi, non si attaccano alle persone per tutta la vita. Ci troviamo a un certo punto della nostra vita con un archetipo che ci avvolge e poi, per un accadimento, ecco che un nuovo archetipo si attiva. Tutti amiamo la bellezza dell’angelo, ma attenzione a non diventare dei demoni.

angeles-de-amor

Angelo Custode

Questo è l’archetipo del dare e dell’accudire fino al sacrificio stesso per la difesa della vita o della collettività. Si manifesta nel genitore premurose per la crescita del figlio e alla protezione dell’ambiente. L’angelo non protegge solo il territorio, ma tutti quelli che sono sotto le sue ali. Non si limita a una protezione momentanea, ma cerca di istruire il protetto per renderlo indipendente durante il resto della vita.

Nel mondo del lavoro troviamo il medico, lo psicologo, il capo reparto che istruisce il novellino. Questo archetipo è spinto dall’amore disinteressato, agisce senza chiedere nulla in cambio e gode solo per il risultato ottenuto.Tanto il guerriero era maschile, tanto l’angelo è femminile nello spirito.

Nella mitologia si rappresenta l’angelo con l’albero della vita che nutre l’umanità e la sostiene. Anche la Dea dalle molte mammelle è un simbolo che ben rappresenta questo archetipo.

A livello più profondo l’angelo si prende cura del bambino interiore dell’individio, lo protegge e lo accudisce quando viene ferito dal mondo o si auto-ferise. E’ la parte che sostiene l’uomo quando esce dalle dipendenze, siano esse di droga, alcool o sesso. Mentre il guerriero combatte il lato oscuro dell’individuo, l’angelo interivene a proteggere la parte sana per eliminare le dipendenze. Si manifesta sempre nel momento in cui l’uomo si prende cura di sé stesso perché impara a volersi bene.

Il lato oscuro dell’angelo custode si manifesta quando l’individuo vuole prendersi cura del prossimo senza aver sviluppato una propria identità. Le giovani madri che non hanno sviluppato il guerriero o l’angelo tendono a voler essere salvate dal figlio stesso in un circolo perverso. Possono infliggere punizioni e ferite al figlio perchè minaccia il loro cammino chiedendo continue attenzioni.

Un lato ombra negativo sfocia nel soffocamento dell’individuo protetto. Il genitore che non lascia libero il figlio di crescere con la scusa di volerlo tenere sotto l’ala protettrice. Anche il genitore che obbliga il figlio a seguire le proprie passioni, i propri studi e, spesso lo stesso percorso lavorativo è un angelo ombra.

Spesso l’ombra si trasforma in martire. L’individio pensa che tutto il suo dare non è stato compreso e finisce per sacrificarsi. Il martire è chi non sa dire di no per paura del rifiuto, chi è invaso dal senso di colpa e chi sente che il proprio sforzo per il bene non è riconosciuto.

Caratteristiche Angelo Custode

Traguardo: aiutare gli altri, trasformare positivamente il mondo attraverso il sacrificio e l’amore
Paura: egoismo, ingratitudine
Risposta al drago/problema: prendersi cura del drago o di quelli a cui esso nuoce
Compito: dare senza menomare sé stessi o gli altri
Dono: compassione, generosità
Mitologia: via crucis
Favola/Racconto: ——–
Lato ombra: martire sofferente, madre o padre divorante, comportamento colpevolizzante o colpevolizzato

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s