Islam e Islamismo


islam-hajj-ceremony-saudi-arabia-mecca-reuters1Per noi occidentali i termini:Islam, Musulmano, Islamico, Islamismo sono tutti uguali. Le conoscenze portano alla sapienza e voglio approfondire.

La differenza fra il termine Islam e Islamismo è abbastanza sfumata, in italiano una diversità sostanziale invece esiste, perché con la parola Islam s’intende quell’insieme di atti di fede, di pratiche rituali e di norme comportamentali che è praticato da sunniti e sciiti che, insieme, rappresentano quasi il 99% dei fedeli musulmani, mentre il termine Islamismo indica di fatto una concezione dell’uomo e del mondo che si ispira ai valori dell’Islam ma che si esprime a livello più propriamente politico.

La disciplina che studia l’Islam è tradizionalmente detta in italiano islamistica, e islamisti sono detti i suoi cultori e studiosi. Sennonché, per l’improprio uso fattone da alcuni media generalisti, il termine “islamista” può essere percepito come sinonimo di “estremista islamico”, generando disagio per gli studiosi della materia, che potrebbero in alternativa ricorrere al gallicismo islamologi, se esso non risultasse estraneo alla tradizione accademica. Islamistica resta perciò la dizione accademica della branca disciplinare relativa alla cultura dell’Islam.

Altra fonte di confusione terminologica si ha negli ultimi anni con il crescente e improprio uso come sostantivo dell’aggettivo islamico.Il sostantivo che si riferisce a chi professa la religione islamica è infatti musulmano (nell’uso corretto si dovrebbe dire: i musulmani e non gli islamici). L’uso dell’aggettivo come sostantivo, così come il sostantivo islamista – del tutto sconosciuto a qualsiasi autorevole dizionario italiano, se non nel senso di “studioso dell’Islam” – sembra coniato dalla sbrigativa volontà di indicare i militanti di movimenti radicali di matrice islamica che spesso tracimano nel terrorismo, finendo col conferire a quest’ultimo uso una sfumatura negativa che, invece, è evidentemente estranea al termine “musulmano”. Ciononostante si assiste a una sua crescente diffusione nei mezzi di comunicazione di massa come semplice sinonimo di quest’ultimo sostantivo/aggettivo.

La fede per i musulmani è basata sui “cinque pilastri”. Per essere un “uomo dell’Islam” si deve possedere perfettamente la fede (īmān) in questi principi ed esercitare il bene e la pietà (birr). Le parole “Islam” e “salam” (pace) hanno la stessa radice consonantica e sono come fuse. L’Islam si configura quindi come “intima pace dell’uomo con Dio” e il mùslim (musulmano) è colui che si affida con pienezza al Signore. Questo fiducioso abbandono è manifestato dal credente assolvendo per quanto può ai doveri espressi dai cinque arkān al-Islām, vale a dire i cinque “pilastri della fede islamica”.

L’Islam non è soltanto una religione, nel senso tecnico del termine, che si basi principalmente su un’intima persuasione di fede, ma è anche (e non secondariamente) un’ortoprassi, una serie cioè di azioni e comportamenti obbligatori, perché giudicati “corretti”. I comportamenti esteriori sono giudicati secondo la sharīʿa, la disciplina legale islamica, mentre per quelli interiori il solo giudice è Dio. Ciò non toglie che, dopo un lungo e animato dibattito teologico durato quasi un secolo, mirante a determinare se per potersi definire “musulmano” bastasse l’imān (la fede) o se invece essa dovesse accompagnarsi o addirittura essere subordinata alle opere (aʿmāl) la risposta è stata quella di dare assoluta preminenza alla prima, tant’è vero che per essere considerato a pieno titolo “musulmano” è sufficiente una seria shahāda, anche se un musulmano non potrà poi esimersi dall’esprimere coerentemente nei fatti della vita la profondità e la sincerità della sua fede. Questo di per sé eliminerebbe la necessità di parlare di un “integralismo islamico”, dal momento che l’Islam ha per definizione un approccio “integrale” alla realtà fenomenologica, senza alcuna separazione fra aspetti mondani e ultramondani.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s