Islam


2000px-allah11-svgOggi, la sola parola, mette paura. Viviamo un’epoca di grandi divisioni, un’epoca che ripete il triste mantra del secolo scorso. Prima era Est contro Ovest, Russi contro americani. La battaglia dei giorni nostri è Islam contro occidente. Però andiamo per gradi.Nel preparare il mio prossimo romanzo mi sono imbattuto in una gran mole di documenti e cercherò di condividerli con voi.

L’Islam è una religione monoteista. Si manifesta per la prima volta attorno al VII secolo grazie a Maometto, considerato l’ultimo profeta mandato da Dio per ribadire la rivelazione annunciata per la prima volta ad Adamo. Islam significa “sottomissione e abbandono totale a Dio”. Quindi attenzione ai termini.

Il buon musulmano deve assolutamente seguire i cinque pilastri dell’Islam. I cinque precetti per abbandonarsi completamente a Dio.

  1. Testimonianza:” Testimonio che non c’è divinità se non Dio (Allàh) e testimonio che Muḥammad è il Suo Messaggero“. Basta recitarla in piena comprensione per aderire all’Islam (che ricordiamo è l’abbandono a Dio)
  2. La preghiera canonica da recitare 5 volte al giorno.
  3. La carità versoo i bisognosi.
  4. Il ramadan. Il digiuno secondo le modalità stabilite.
  5. Il pellegrinaggio alla Mecca almeno una volta nella vita.

Esiste un sesto pilastro, tristemente famoso ai nostri occhi, che è il jihad. In Occidente lo colleghiamo al concetto di guerra santa, ma la dottrina lo definisce come “la guerra contro gli aspetti più deteriori dell’animo umano”.

Islam quindi è la rivelazione fatta a Maometto, ma non viene intesa in contrapposizione con le altre religioni monoteiste, bensì come l’ennesima conferma della volontà divina. Per i musulmani Maometto è “il sigillo dei profeti”, con lui si termina il ciclo delle profezie. L’Islam si riconosce nell’Antico e nel Nuovo Testamento, riconosce Gesù come profeta e considera il Corano il libro sacro.

Per i musulmani esiste soltanto il Corano come unica affermazione della volontà divina. Il buon musulmano è rigido nello schema: Allah è il Corano e il Corano è Allah. Un solo libro, nessun passo intermedio.

In linea del tutto teorica basterebbe conoscere e seguire i dettami del Corano per definirsi un buon musulmano, ovviamente seguendo i 5 pilastri.

Allora dove sono i concetti di strage, morte, terrore? Cerchiamoli insieme nei prossimi post.

 

 

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s