Le case editrici vogliono il nostro sangue?


Dieci cose da sapere su CreateSpace.

Questo è un post rivolto a tutti gli aspiranti scrittori, che poi l’espressione è talmente strindente da graffiare il gesso. Comunque, hai il tuo manoscritto tra le mani (o meglio nel tuo amato PC) e ora ti chiedi cosa farne? Già ti immagini ricco e potente, vezzeggiato da splendide donne (o uomini) in bikini (gli uomini no, ma ci siamo capiti). Quindi che fai?

Contatti una casa editrice convinto che ti stia aspettando. Il tuo capolavoro è pronto, sei caldo e assetato di gloria. Un passo alla volta baby. Se hai seguito i consigli del mio manuale di scrittura dovresti avere tra le mani un prodotto buono, non dico un capolavoro, ma almeno il 70% degli errori che fanno storcere il naso agli editori dovresti averli scansati. Se non hai letto il mio manuale è lo stesso, affidati al tuo talento.

La procedura che hai pensato consiste nello spedire la tua opera a una casa editrice e aspettare il contratto. Prima pensi alle Big: Rizzoli, Feltrinelli, Mondadori, però ti accorgi che sul loro sito non esiste un modo per contattarli e, a leggere bene, sconsigliano di spedire qualsiasi cosa.

Te lo confermo.Con le big non ci sono speranze. Accettano solo manoscritti inviati da agenti letterari oppure pubblicano autori che sono già dei personaggi.

A questo punto potrei raccontartela per secoli, ma vengo al punto. Che tu sia pulzella o virgulto hai tre possibilità di pubblicare il tuo libro.

  • Casa editrice a pagamento
  • Casa editrice gratuita
  • Autopubblicazione

domani ti parlerò della prima possibilità.

Advertisements
This entry was posted in Corso di scrittura creativa. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s