Pensiero sparso di Pasquetta


Dicono che la vita sia come una scatola di cioccolatini. Vero, ma la vedo anche in maniera diversa.

La vita è come un albero. Ci sono tanti rami e tante foglie, ma se i rami sono troppi fanno appassire l’albero. Ok, non sono proprio il mago della botanica ma avete capito. quando superi i quaranta ti rendi conto che alcuni obbiettivi non li potrai più cogliere: diventare una star del trash-metal per esempio, diventare miliardario. Ti manca semplicemente il tempo e le occasioni e allora ti concentri sul significato della tua vita.

Oggi, mentre arrancavo su una montagna (bassa) per raggiungere il rifugio (e la meritata merenda) ho schematizzato la mia vita. Parole grosse! Comunque ho dei doveri e delle passioni.Sui doveri non dico nulla, ci sono e li devo espletare per mangiare e per sopravvivere. Non ne faccio una tragedia, ho un buon lavoro e una famiglia.

Poi ci sono le passioni. Quando ero più giovane e capellone ne avevo infinite. In ordine sparso: calcio, informatica, subbuteo, musica, ragazze (si vabbè), rugby e ogni tanto mi sentivo portato per qualche nuova passione. Ho studiato pianoforte jazz per due anni, mi mancava il talento (e sul talento magari ci fermeremo la prossima volta). Non ho più giocato a calcio perchè dopo i venti o sei arrivato da qualche parte o ti ridono alle spalle. Lavoravo in una software house come programmatore, poi ho cambiato lavoro e ho conservato la passione. Ero anche un discreto ballerino di Salsa.

Adesso devo stringere i tempi. Le ore dedicate alle passioni sono sempre meno e gli interessi decuplicano. Pertanto iniziamo a lavorare di cesoia. La musica la ascolto, il software lo scrivo solo assemblando roba già pronta e testata. Vorrei giocare ancora a rugby (con i vecchi mica con quelli veri) e forse con il sole tornerò.

Eliminerò tutto quello che riguarda la mia partecipazione attiva al movimento del Subbuteo. Farà ridere, ma mi tenevo qualche giornata per andare ai tornei, anche solo per scrivere qualcosa sui forum dedicati. Via, via tutto questo.

Dopo tutta questa pulizia rimarrà una sola passione. La scrittura. Mi piace e la vedo come la mia vera forma espressiva. Il tempo non è una fonte rinnovabile, dice sempre un guru, e non siamo su questa terra per sprecare le nostre passioni.

Quindi alza la testa vecchio mio e taglia quei cazzo di rami secchi:

Insegna quello che hai imparato e scrivi le tue storie.

…del doman non v’è certezza.

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s