Gente da Fòbal


ascagni

Titti Ascagni.

 

Un pezzo tratto da Fòbal che parla di questo grande campione.

Le porte dello spogliatoio si aprirono di colpo e uno spirito si precipitò in mezzo al piazzale. I contorni erano sfuocati, ma il mio cuore avrebbe riconosciuto quella falcata in mezzo a mille. Stefano Bonometti, l’invincibile capitano, si fermò a pochi metri dai miei occhi chiusi. Raccolse un pallone in cuoio marrone sporco di fango e lo prese tra le mani.

«Ti servono tutti. In guerra ogni uomo è soldato.»

Il capitano aveva parlato. I miei dubbi amorosi venivano spesso risolti da fuoriclasse come Baggio o Guardiola. La decisione di mollare Marina era venuta da un lungo discorso di Titti Ascagni; quanto era stato saggio quello spirito. I dubbi etici erano pane per i denti delle seconde linee, come se il fango masticato li avesse resi più saggi e maturi. Mi ero licenziato dall’assistenza Fiat per mettermi in proprio dopo uno scambio di opinioni con Alessandro Chiodini, il suo spirito mi aveva quasi preso a schiaffi. Sarei ancora alla Fiat a farmi prendere per il culo senza i miei spiriti guida.

<Fòbal>

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s