L’errore della donna


Oggi mi lancio in un burrone senza paracadute.

L’errore della donna.

education

Ho esperienza, sono uno che osserva e cerca di catalogare, anche se questo non fa di me un professore. Semplicemente dico la mia.

La donna di solito sceglie un uomo, non è come pensano i grandi maschioni. L’uomo ha bisogni basilari e pensieri semplici, si illude di conquistare e invece è preda. Ma questa sarà una storia che racconterò la prossima volta.

uomo-stupido

Abbiamo dunque questa donna, la immagino giovane e carina. Attorno ai diciotto-venti. Con il passato alle spalle e il futuro di fronte. Cosa pensa? Pensa che la scuola media è finita da un pezzo e non è più tempo di bambinata, la donna si evolve.

Vede nella massa di giovani un maschio. Lo punta e lo prende. I meccanismi dell’amore non sono il punto di questo post e ne parleremo. C’è quella cosa che si chiama “fidanzamento” o “ci mettiamo insieme” e generano post su Facebook con faccine e cambiamento di status.

Fino a questo punto è tutto molto bello. Lei ha lui. L’uomo di solito è contento, può mostrare il trofeo agli amici e bullarsi al bar dei cuori solitari. Anche lui lo immagino con tanti riccioli neri, i pantaloni a vita bassa e un paio di dilatatori alle orecchie.

Quì succede il fatto. Il problema della vera incomprensione tra i sessi.

L’uomo è un essere stazionario. Ho più volte teorizzato che il maschio arriva a maturazione attorno ai quindici anni e poi si ferma. Se descrivessimo il livello di maturazione maschile sarebbe una lunga linea retta dai 15 agli 80 anni.

E’ la mia teoria. Però quando ne parlo tutti fanno si con la testa.

La donna invece si evolve. Ragazza, donna, moglie, amante, shopping. Cerca sempre di puntare verso il suo obbiettivo vero che è il miglioramento. La donna, quando ha vent’anni e si immagina a trenta si pensa migliore. Evolve.

Purtroppo crede che anche l’uomo abbia la capacità di evoluzione. Lo vede piatto e fermo sulle stesse posizioni di lui quindicenne. “Sono passati dieci anni e tu sei ancora fermo lì?”. Lei crede nell’evoluzione e se lui non si adegua saranno guai.

Questo è il momento della tristezza. La differenza tra i sessi diventa un problema e la donna compie l’errore.

Si convince di poter cambiare il proprio uomo. “Sei un pirla, ma con me diventerai migliore”.

26750449-piccola-donna-seduta-serio-sull-uomo-scontenti-e-che-punta-a-qualcosa-su-sfondo-scuro

Ragazze, se posso darvi un consiglio ascoltate un saggio.

L’uomo non cambia. L’uomo si ferma a quindici anni e se volete sapere come sarà a cinquanta chiedere a un suo amico com’era da ragazzino.

Ci sono splendidi cinquantenni traditori seriali che erano inaffidabili a quindici anni.

Cinquantenni noiosi

Cinquantenni con la testa tra le nuvole

Cinquantenni che giocano con la play

Cinquantenni collezionisti

Cinquantenni affamati

Donna. Non cambiare il tuo uomo. Prendilo già bello e pronto.

 

Advertisements
This entry was posted in Psicologia da strada. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s