Rispondi, rispondi maledetto.


Rispondi, rispondi maledetto.

Lana aveva riagganciato senza darsi un momento di esitazione. Lui le telefonava tutte le sere, si vedevano tre volte alla settimana e facevano l’amore il Sabato pomeriggio. C’erano anche quelle serate con tanta sangria che sembravano infinite, ma non si riusciva mai a concludere. Decisamente l’alcool era il peggior nemico del suo amante.

Adesso se lo immaginava oltre il filo grigio, dentro la presa con le informazioni che viaggiavano alla velocità della luce. Oltre lo spazio di pochi chilometri se lo immaginava davanti alla stessa cornetta del telefono. Forse si stringeva le dite fino a farsi diventare le nocche bianche, forse guardava la bottiglia e cercava un bicchiere.

Però non rispondeva.

Lana aveva riagganciato dopo l’ultima lite. Si era presentato all’appuntamento con la giacca nera e i jeans. Camicia bianca che a lei piaceva tanto. Erano andati a cena in quel ristorante fuori da occhi indiscreti, fuori da tutti quelli che potevano riconoscere la loro storia. Eppure tutti sapevano. Sapevano di quella ragazza di Minas Gerais e di quel biondino dallo sguardo storto. Perchè guardasse sempre oltre le spalle nessuno l’aveva mai saputo. Timidezza o arroganza?

Rispondi.

Lana aveva ricomposto il numero dopo pochi secondi. Non era colpa del biondino se aveva un carattere fiacco, sono cose che succedono. Una donna forte e un uomo debole. Una storia che può durare, eppure stava finendo. Lo squillo era libero e lui non rispondeva.

Maledetto.

Lana attese qualche minuto con lo sguardo nel vuoto e poi si abbandonò sul divano. La sua pelle era troppo nera, troppo scura per mostrarla ai parenti di quel ragazzo. Tutto era così complicato quando si usciva dal letto. Avrebbe potuto resistere all’infinito se solo quei miseri minuti di amore fossero stati all’altezza.

Entrò nella galleria delle fotografie e mise in primo piano quel biondino. Cancellò la fotografia e si addormentò.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s