Storia di un rifiuto… (Newton Compton Editori)


Oggi vi raccontiamo una storia singolare, simpatica, avvilente e produttiva (per noi). La storia riguarda un rifiuto di una nostra autrice di passare sotto una casa editrice molto più blasonata: Newton Compton Editori.
Ma che pazzia è mai questa?
Non è una pazzia ma è un rendersi conto della realtà e il non farsi sfruttare da chi vuole solo fare i propri interessi.
Tutto inizia circa 1 mese fa quando la Newton Compton contatta la nostra autrice Elena Cecconi mostrando interesse verso la sua pubblicazione che da più di 1 mese era nella top100 di Amazon.it. Il primo contatto la Newton lo ha avuto direttamente con l’autore (qui già i nostri dubbi sono cresciuti).
La nostra autrice ha risposto dicendo di contattare noi (Lettere Animate) per avere un confronto tecnico e capire bene la situazione.
Attenzione bisogna mettere in chiaro che dai nostri contratti si può uscire in qualsiasi momento senza penale di alcun tipo, questo significa che Elena ha chiesto consiglio a noi perché si fida di noi. 
Ovviamente la Newton sparisce nel nulla. Passa circa un altro mese e noi usciamo con il secondo libro di Elena Cecconi ossia Semplicemente Perfetta, anche questo sfonda tutte le classifiche su Amazon.it e Itunes entrando anche nella top10. Ovviamente la Newton torna a bussare. Torna a bussare però sia a noi (Lettere Animate) che a Elena. 
A noi ci scrive che sono interessati a fare un’offerta per il testo e ci chiedono il file PDF affermando che ci avrebbero contattato la settimana seguente per parlare.
Benissimo, rispondiamo noi, attendiamo la vostra proposta. Dopo qualche giorno di silenzio scriviamo alla responsabile della Newton chiedendo se potevamo sentirci per parlare dei libri di Elena e anche di altre nostre pubblicazioni. La loro riposta è la seguente: Stiamo ancora vagliando l’ipotesi è prematuro sentirci. Benissimo…
Passa qualche giorno e la Newton cosa decide di fare?
Invia un contratto di Edizione a Elena Cecconi all’interno del quale pongono una clausola che, per poter pubblicare con loro, Elena avrebbe dovuto risolvere il contratto con noi, più un’infinità di clausole che reputarle sciocche e avvilenti per lo scrittore è poco…
Quindi non solo non hanno fatto nessuna offerta economica né a noi né a Elena, ma ci hanno interamente presi per i fondelli. Così lavora l’editoria italiana e grazie ma ne facciamo volentieri a meno… ora andate a piangere per la crisi.
Ah! La risposta di Elena Cecconi è stata: No, Grazie!

<dal Blog di LettereAnimate>

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s