I consigli di scrittura di 9 grandissimi autori


I consigli di scrittura di 9 grandissimi autori

 

Raccolti originariamente dal quotidiano britannico di prestigio The Guardian in un articolo intitolato Rules for Writers, poi ripreso da My Social Web, quelli che seguono sono nove consigli di scrittura che ci vengono direttamente dalle penne di altrettanti grandissimi autori, fra cui appare anche il nome di Margaret Atwood, grandissima scrittrice di fantascienza. Chi non si accontenta, in coda al post troverà anche una lista di scrittori con i loro consigli su come scrivere meglio.
Sempre in ambito di letteratura, vi segnaliamo inoltre l’ormai importante Premio Kipple 2014 per romanziQui troverete il bando!

Buona lettura!
 
  • Non impantanarti nelle descrizioni – Evita di entrare nel dettaglio quando descrivi luoghi o cose, a meno che non desideri portare il flusso della storia a un punto morto (Elmore Leonard).
  • Alta voce – Hai finito la prima stesura di un lavoro? Leggilo ad alta voce e fai attenzione al risultato (Michael Morpurgo).
  • Esplora ciò che ami – Dimentica la regola “scrivi ciò che sai”. Cerca una zona sconosciuta dell’esperienza che può migliorare la comprensione del mondo. E affrontala (Rose Tremain).
  • Less is more – Taglia quello che non serve. A volte inizi il secondo capitolo di un libro e pensi: “è qui che dovrebbe iniziare”. Una quantità enorme di informazioni può essere riassunta attraverso un piccolo dettaglio (Sarah Waters).
  • Leggere come un nemico – Prova a leggere il tuo lavoro come un estraneo o, meglio ancora, come un nemico (Zadie Smith).
  • Questione di memoria – Porta sempre con te un notebook. La memoria a breve termine conserva le informazioni solo per tre minuti, per questo hai bisogno di un aiuto per fissare le idee (Will Self).
  • Il libro che ami – Scrivi il libro che desideri leggere. Se non lo vuoi leggere tu, perché dovrebbe farlo un altro individuo? (Hilary Mantel).
  • Ci sei anche tu – Dedica un paio di minuto al giorno alla tua biografia – “Divide il suo tempo tra Kabul e Terra del Fuoco”, bello vero? – ma poi torna a lavorare (Roddy Doyle).
  • Tieni duro – Se ti sei perso nella trama, se hai incontrato il blocco dello scrittore, ritorna al punto in cui le cose sono andate male. Poi prendi un’altra strada. Cambia una persona. Modifica il tempo. Cambia l’apertura (Margaret Atwood).
Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s