Il libro sbagliato


Ogni scrittore, dal più famoso al più scalcinato dilettante, ha in mente un progetto. Scrivere un libro che diverta e appassioni i propri lettori. Il libro ideale non esiste, esistono molti romanzi adatti a molti lettori. Quindi il nostro eroe, avvinghiato alla tastiera del PC, cerca di raccontare una storia che possa piacere ai lettori. Qualcuno direbbe che è il semplice incontro tra la domanda e l’offerta. L’incontro tra il romanzo e il pubblico.

Anche io ho cercato questo incontro.

Nel mio ultimo lavoro “EVE” ho cercato una storia che raggiungesse il cuore dei lettori. Una storia femmina, calda e struggente. Dopo il giallo, il libro sportivo, cercavo ora di esplorare il sentimento. Questa fiamma che brucia da secoli nell’animo delle persone. Quelle sensazioni che sono immortali e che si possono collocare in qualsiasi era e in qualsiasi terra.

Dopo averlo fatto leggere a un ristretto numero di collaboratori, i miei beta reader, ho capito qualcosa sul mio progetto che non sospettavo.

Ho completamente sbagliato romanzo.

In parole povere ho raccolto due linee di pensiero: maschile e femminile.

  • Per gli uomini è troppo romantico
  • Per le donne è troppo Hard-sex.

Spero tanto che valga il motto latino “in medio stat virtus” e che le due correnti si fondano trovando una sola via.

Esploso

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s