Premio letterario “Macchine” : L’incipit del mio racconto


Partecipo al concorso letterario “Macchine” con il mio racconto “Un giorno nella vita”. L’incipit vuole proiettare il lettore direttamente nella fabbrica.

Il caporeparto gettò il mozzicone in terra e suonò l’allarme. I nastri trasportatori si bloccarono di colpo lasciando i cubi metallici immobili al loro posto. Dalla cabina di pilotaggio della catena di montaggio un uomo con il turbante giallo si sporse oltre il portello di sicurezza.

Dal soppalco in ferro, costruito a ridosso del capannone, un ragazzo in camicia azzurra aprì la finestra scorrevole e bestemmiò alzando lo sguardo verso il soffitto del prefabbricato. Il caporeparto scrollò le spalle e indicò un barile di ferro che stava prendendo fuoco.

Attesero qualche secondo prima di fare spazio all’anziano operaio che avanzava con l’estintore in mano. Un getto di schiuma spense il piccolo incendio e il ragazzo tornò nel suo ufficio. L’indiano si sedette nella sua postazione e il caporeparto andò verso il bidone a sincerarsi che non vi fossero altre fiamme libere.

«Non siete neppure in grado di tenere la fabbrica in ordine, animali.»

Advertisements
This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s