Football tra storia e leggenda.


Nell’etica dello scambio libri ho mandato il mio “il campione di Subbuteo” all’amico Marco Scialanga che, in cambio, mi ha spedito la sua opera: “Football tra storia e leggenda” scritto con Gabriele Manu.

Inutile dire che è stato divorato in due giorni, tanta è la fame di antico calcio che mi pervade. Ogni amante del calcio, quello vero fatto dagli uomini, non deve esimersi da avere questa pubblicazione in libreria. Il saggio ci mostra il calcio delle origini, baffi a manubrio e capelli impomatati. Bellissima l’idea di spiegare come si giocava agli albori con l’uso del dribbling teso a dimostrare la propria abilità. Il goal era l’aspetto secondario, quasi ininfluente. Marco e Gabriele ci portano attraverso gli anni dal 1848 ai primi del novecento senza scadere nel nozionismo che spesso imperla queste opere.

Scopriamo che gli scozzesi furono i veri maestri, che i norvegesi furono i primi a far tremare il mondo. Gli autori affrontano le origini del calcio anche in quelle nazioni di cui si conosce poco o nulla. I balcani, la Turchia, la Polonia.

Se ami il calcio e vuoi rendere omaggio ai suoi pionieri, questa è l’opera.

Advertisements
This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s